Corsa in montagna, 125 partecipanti alla 53ª Fraciscio - Angeloga


Categoria: Corsa in montagna |

Dopo il rinvio di fine luglio, dovuto a previsioni meteo rivelatesi poi clamorosamente sbagliate, si è tenuta, domenica 20 agosto, la “Camminata Fraciscio – Angeloga”, una delle manifestazioni sportive con maggiore storia dell’intera provincia di Sondrio.

Corsa in montagna, 125 partecipanti alla 53ª Fraciscio - Angeloga

Il precedente rinvio e il sempre più fitto calendario di manifestazioni (sportive e non) ha purtroppo determinato, ancora una volta, la sovrapposizione con la “Valchiavenna Skyrace”, manifestazione che si disputava a pochi chilometri di distanza, rivolta comunque a una diversa “categoria” di partecipanti e che, in ogni caso, ha ugualmente ottenuto il meritato successo, di partecipazione e di pubblico.

La “Fraciscio – Angeloga”, in passato spesso gara Fidal di Corsa in Montagna, si svolge, da alcuni anni, per esigenze organizzative, come camminata aperta a tutti e ha visto, ai nastri di partenza della 53.a edizione, a Fraciscio di Campodolcino, 125 partecipanti, con atleti e amanti della corsa in montagna e, soprattutto, tanti bambini e ragazzi, con le rispettive famiglie.

Via, alla gara, dal piazzale della chiesa del paese natale di San Luigi Guanella, sul percorso che inizialmente si insidia tra le case, per trasformarsi, dopo la località “le soste”, in un sentiero che sale, superando il notevole dislivello, con continui tornantini, fino a raggiungere il tratto più aspro, non a caso detto “il calvario”,e poi, dopo un falsopiano e un ultimo strappo, la piana dell’Angeloga, con traguardo al rifugio “Chiavenna”, nei pressi del bel laghetto alpino situato ai piedi del maestoso “Pizzo Stella”.

Da subito, ovviamente, a condurre le danze, gli atleti della corsa in montagna tradizionale, che hanno preferito confrontarsi su distanze inferiori rispetto a quelle della concomitante Skyrace, seguiti da un nugolo di ragazzini ma anche da semplici “camminatori” che, come sempre, partono con entusiasmo, per fare poi i conti con la fatica e, quindi, rallentare il proprio passo.

Primo a giungere al traguardo dell’Angeloga, l’esperto Graziano Zugnoni, atleta di Novate Mezzola tesserato con il GP Santi Nuova Olonio, recentemente rientrato alle gare dopo un periodo di convalescenza che, a quanto sembra, non gli ha fatto perdere abitudine (e forza) per vincere le gare.

A poco secondi di distanza gli immediati inseguitori, con secondo posto per Mattia Del Molino, di Postalesio, e terzo per Davide Nappo, di Verano Brianza.
A seguire, un terzetto di atleti del Gruppo Podistico Valchiavenna, società organizzatrice della manifestazione, con l’esperto Carlo Levi a precedere i giovani Davide Gini e Paolo Del Re.

Prima delle donne, 10.a della classifica generale, Chiara Fumagalli, atleta di Verano Brianza, affezionata alla manifestazione, alla quale partecipa da diverse edizioni.

Con lei, in premiazione della gara femminile, secondo posto per una delle giovani promesse del GP Valchiavenna, Serena Lazzarelli, capace, quest’anno, di meritarsi la convocazione nelle rappresentative regionali, ai campionati nazionali italiani, sia di corsa campestre che di corsa in montagna.
A Serena, proprio in merito a tali convocazioni, assegnato anche il “Trofeo” a memoria di Alberto Triulzi, tradizionalmente dedicato, dal GP Valchiavenna, al giovane atleta che, nell’anno, è riuscito a raggiungere i migliori risultati.

A completare le premiazioni femminili, l’ottima Marina Testini, seguita dalla locali (atlete del GP Valchiavenna) Cristina Patti, Sveva Della Pedrina e Sonia De Agostini.

Complimenti e una bella maglietta a ricordo della manifestazione, a tutti i partecipanti, capaci di completare, ognuno al proprio passo, l’impegnativo percorso di gara.
Nel pomeriggio, dopo il pranzo al Rifugio Chiavenna o sui prati nei pressi del bel laghetto alpino, via alle premiazioni, per i migliori sei della classifica generale (maschile e femminile) e per tutte le categorie giovanili, con, per queste ultime, coppe e premi per i primi tre di ogni categoria.

Nella categoria dei più piccoli, nati dopo il 2008, primo posto per Matteo Fibioli (del 2008), seguito dal piccolo Giole Gini, nato nel 2016 con premio, in questo caso, da condividere con il papà che, ovviamente, si è portato Gioele nello zainetto.

Nelle esordienti A (nate nel 2006 / 2007), gradino più alto del podio per Francesca De Stefani, seguita da Gaia Gini e Silvia Tirinzoni.
Nei pari età maschili, vittoria per Mattia Frigoli, seguito da Diego Caccamo e Edoardo Orsenigo.

Categoria Ragazze (2004 / 2005) dominata da Chiara Nonini, seguita a buona distanza da Camilla Sole Pighetti e da Maria Abate.
Vittoria, nei “ragazzi” per Andrea Caccamo, seguito da Mattia Di Gilio e Diego Gini.

Nelle cadette (2003 / 2003) e nei cadetti, ottimi risultati cronometrici che hanno portato i primi anche nella classifica generale.
Nelle cadette, quindi, primo posto per Serena Lazzarelli, seguita da Sveva Della Pedrina e da Greta Fontana.
Nei cadetti vittoria per Davide Gini, seguito da Emmanuele Pighetti e Francesco Patti, tutti atleti del GP Valchiavenna.

A completare le premiazioni giovanili, vittoria nelle Allieve per Margherita Abate e, negli allievi, per Paolo Del Re.

Infine, tra tutti i partecipanti rimasti all’Angeloga per trascorrere assieme una bella giornata in montagna, vari premi, con cesti di prodotti alimentari, assegnati ad estrazione.

Saluti finali e appuntamento rinnovato, per tutti, con la 54.a edizione, nell’estate 2018.

Classifiche complete e foto della manifestazione, sul sito del GP Valchiavenna.

Immagini

podio esordienti fpremio a

×

Solo gli utenti registrati possono lasciare commenti.

Notizie Corsa